martedì 29 settembre 2009

CONSIDERAZIONE#1

(...o pappardella #1, dipende dai punti di vista)
Ogni tanto mi capita che amiche/ci mi chiedano consigli su quale macchina comprare per avvicinarsi alla fotografia. Uno dei modi validi potrebbe essere quello di comprare una reflex . Non dovete a tutti i costi sacrificare il maialino con tutti i vostri risparmi, compresi quelli di cresima e prima comunione- sul mercato esitono varie fasce di prezzo... in più, non dimentichiamoci dell' usato, che è una cosa buona e giusta.
Ed ora, se io spendo più soldi per la macchina, farò foto più belle?
Ni. Io parto dal presupposto che quello che conta maggiormente siano le IDEE. Per cui, non spendiamo patrimoni per comprare l' ultimissima Canon o l' ultimissima Nikon uscite sul mercato pensando automaticamente di fare foto più belle.
Impararate la tecnica, tutto quello che c' è da imparare, poi quando c' è da scattare DIMENTICATEVELA, non perdetevi in tecnicismi, in discorsi lunghissimi se sia meglio Nikon o Canon e sopratutto non entrate a far parte di guerriglie del tipo "a morte i nikonisti, viva i canonisti". La fotografia (fortunatamente) non è nulla di tutto questo.

Quando acquisterete la vostra prima reflex (o, se proprio insistete vi concedo anche una compatta evoluta) una raccomandazione è quella di lavorare assolutamente in modalità manuale. Questo perchè siate voi a decidere cosa fotografare ma sopratutto COME fotografare. Il che è fondamentale: nel caso infatti lavoriate in modalità autoamatica sarà la macchina a decidere al posto vostro di conseguenza voi non imparerete mai. Oggi con le digitali non costa praticamente nulla fare esperimenti. Ricordiamoci che la fotografia può far vedere realtà lontanissime a seconda di come decido di fotografare, a seconda che uso diaframmi aperti o chiusi, tempi di esposizione lunghi o brevi, ecc ecc
Ciò che guardiamo non è necessariamente ciò che vediamo, percepiamo, sentiamo.
La visione fotografica è fatta di frammenti di tempo e spazio catturati e allo stesso tempo anche deformati, stropicciati, violentati dall' obiettivo.
Ecco perchè ciò che fotografiamo non è necessariamente ciò che vediamo. Con la fotografia posso cambiare la percezione della realtà, posso plasmarla per dar forma al mio sentimento interiore.
Come? iniziamo dall' obiettivo, questo sconosciuto, prossimamente su questi schermi.

9 commenti:

Ogion ha detto...

Hmmmm se devo settare la mia macchinetta compatta in manuale mi ci vorranno anni per fare una foto decente... Hai mai pensato di scrivere un bignami per fotografi imbranati? Una copia l'hai già venduta ;-)

novecento ha detto...

Ogiooooon, ti ricordo che sul desktop del mio computer ho una foto scattata da te. detto questo, detto tutto.

Ogion ha detto...

Si, ma ho lasciato fare tutto a lei... L'ho appoggiata a un sasso e ho schiacciato un tasto. Per le mie conoscenze tecniche ti rimando a una celebre discussione (vinta da te ovviamente) sul significato di tempo di esposizione e ASA

Fabio ha detto...

E' molto interessante Silvia.
Sinceramente, visto che la mia attivita' principale e' la scrittura, utilizzo le foto piu' che altro come strumento di supporto. Quindi non mi va di girare con una voluminosa reflex e preferisco una compatta evoluta, come dici tu. Ora, io ho una Canon Power shot A590IS - non sono un "Canonista", l'ho scelta perche' posso usare anche le batterie stilo normali e perche' mi permette di lavorare in manuale . Faccio varie prove. Ho pure letto un po' di teoria ma come dici tu al momento dello scatto sinceramente, a meno di casi particolari, non c'e' nemmeno il tempo di pensare a tutto cio' che si e' studiato, almeno nel mio caso. Attendo quindi le puntate in cui spiegherai come riuscire ad ottenere l'effetto desiderato in quei casi in cui non si hanno a disposizone ore per la preparazione ma bisogna invece catturare ad esempio il monaco buddhista in un particolare momento interessate, ottenendo al contempo un effetto affascinante.
Ovviamente nel mio caso specifico la lezione sull'obiettivo e' relativamente importante, visto che non posso cambiare quello in dotazione. Forse mi servono anche un po' di informazioni sull'elaborazione al computer delle immagini catturate.
Buona continuazione.
Ciao!
Fabio

novecento ha detto...

Ciao Fabio, son contenta di aver suscitato il tuo interesse. Appena aggiorno il blog con il post che ti interessa ti aggiorno...nel frattempo faccio pubblicità al tuo blog perchè è davvero meritevole!
http://mondoscopio.blogspot.com/

Antonio Pintus ha detto...

Ciao, grazie per il messaggio sul mio blog. Complimenti per i tuoi lavori piuttosto. Questo post è molto veritiero e pratico e te lo dice uno che ha passato settimane a spulciare foto e specifiche tecniche e confronti prima di comprare la sua prima reflex (per la cronaca alla fine ho optato per una Canon 450D)...e che invece avrei fatto meglio a passarle studiando fotografia, cosa che sto facendo ora con passione...

novecento ha detto...

Ciao Antonio, grazie a te! ho visto il tuo post solo ora. Penso che lo studio abbia un ruolo importante nella fotografia. Mi spiego: se vogliamo fare belle foto, dobbiamo necessariamente sapere chi e cosa c' è stato prima di noi e anche ora, dobbiam essere sempre aggiornati....
la tecnica la si deve imparare e dimenticare, sono a favore di un tipo di fotografia foto che non bada troppo ai tecnicismi.

Riyueren ha detto...

Ti ho trovata per caso: ma che bello questo blog! Io sono una povera principiante, son partita l'anno scorso con una Nikon Coolpix P5000, a Natale mi han regalato la Nikon D90 (ho pianto in turco per avere una reflex, la compattina è fantastica, ma pecca nella messa a fuoco, dovevo picchiarmi con i vari simbolini), il kit con il 18/105: subito avevo terrore persino a toccarla, ma in automatico non mi piaceva per niente la luce, così son andata subito in "manuale", come con la "compattina".Approfitterò dei tuoi consigli, perchè di tecnica non so niente :(((( cioè, so poco. Le foto le uso principalmente per illustrare i post del mio blog.
A presto.

novecento ha detto...

Ciao! e grazie...son contenta che ti piaccia il mio blog! Ricordo la prima volta che ho preso io in mano una reflex è stato un vero e proprio disastro, spero che la cosa possa consolarti:) nel frattempo continua a seguirmi, seguiranno tanti altri tutorial!
ciao!!